Ok

En poursuivant votre navigation sur ce site, vous acceptez l'utilisation de cookies. Ces derniers assurent le bon fonctionnement de nos services. En savoir plus.

15/01/2015

Il Corsaro Nero (Zenit) incontra il Mouvement d’Action Sociale

Il Corsaro Nero incontra il Mouvement d’Action Sociale

mas.jpg

1) Ciao Arnaud, puoi illustrarci brevemente cos’è il MAS, quando nasce e che diffusione avete sul territorio francese?

Il MAS è stato fondato nel 2008 da varie persone provenienti da diverse esperienze politiche, c’è chi faceva politica, chi meta politica, chi era impegnato nelle associazione caritatevoli, chi invece in quelle sindacali… il nostro obiettivo era di creare una comunità di combattenti che agissero per il bene dei nostri concittadini. Per troppo tempo noi nazionalisti ci siamo accontentati di parlare solo a noi stessi creando un distacco con il popolo, dove invece altri si sono inseriti e lo hanno fatto al posto nostro. La nostra missione quindi è di riconquistare il popolo, portando avanti i nostri ideali e principi, è ora di marciare al fianco del popolo francese. Come fare? E’ necessario diffondere la nostra lotta passando attraverso lo sport, la cultura, le radio, le conferenze, l’aiuto sociale, l’ecologia, l’arte ecc… bisogna ripartire dal principio che tutto è da conquistare!

2) Quali sono i vostri riferimenti politici e culturali?

La Francia è la culla della civiltà, che poi ha dato luce al fascismo. La nostra storia politica è testimone di questa unione tra la giustizia sociale e la difesa della nostra patria. Di conseguenza i nostri riferimenti politici vanno dal sindacalismo anarchico al socialismo e al nazionalismo, possiamo dire senza esitazione che i nostri punti di riferimento sono SOREL, PROUDHON, LAFARGUE, NIETZSCHE, JUNGER, EVOLA, VENNER… ma non abbiamo remore ad accettare anche nuove figure della dissidenza attuale sia che esse siano di destra che sinistra, in modo da rendere più fluido il nostro pensiero politico. Tra le tante cose, ZENTROPA rappresenta un nuovo modo ‘avanguardista’ e ‘innovatore’ che ci piace molto, con l’occasione ci teniamo a salutare il suo fondatore (Sebastien)…
Dal punto di vista militante pensiamo che CASAPOUND rappresenti una realtà in cui ci identifichiamo, ciò che ci piace soprattutto di CP è il senso d’appartenenza , l’idea che diventa azione!
C’interessiamo da vicino a ciò che la sinistra alternativa può offrire di meglio rispetto al passato, quando parliamo di ‘sinistra’ si intende ovviamente di quella frangia dissidente della sinistra avanguardista e non di quella sinistra antifascista, da sempre burattini del sistema.

3) Che rapporti avete con altri movimenti europei?

Abbiamo dei buoni rapporti con CPI, con ZENIT BELGIO, con i camerati spagnoli, tedeschi, polacchi, russi e ucraini.
Questo scambio ci permette di rinforzare la nostra amicizia con i camerati in tutta Europa, ma lo scopo di queste collaborazione è di creare un’Europa forte che non ha paura delle nuove sfide. Davanti a noi c’è una generazione che vuole essere padrone del suo destino, pronta a combattere per la grandezza dell’europa!

4) Qual’è il vostro pensiero sulla crisi ucraina?

Pensiamo che esistono camerati ucraini che lottano per la sovranità del loro popolo, avendo come punto centrale lo STATO, la loro lotta è anche la nostra, peccato assistere ad una guerra fratricida, il nostro nemico comune sono le oligarchie mondiali, che siano a Kiev, Parigi, Washington o Mosca. Sogniamo un Ucraina libera, senza NATO nè Russia! Perchè per noi la difesa dell’identità è un fattore essenziale per la sopravvivenza di ogni popolo. L’unico rammarico’ è l’atteggiamento di Putin che non ha saputo capire l’occasione storica di creare una “terza posizione”. Attendiamo con interessi lo svolgimento della situazione, ma ciò che ci preoccupa di più è di continuare a lottare QUI per la nostra terra, nei nostri villaggi, nelle nostre città…e li’ che i nostri hanno bisogno di NOI!

5) Qual’è il vostro giudizio sul fenomeno ISIS e ISIL?

L’industria del petrolio ha partorito questo mostro dell’ISIS con la complicità degli USA e d’ISRAELE, personalmente non penso che l’islam sia il nemico numero uno, anzi rappresenta uno strumento potentissimo al servizio del nostro principale nemico comune: l’ oligarchia mondiale!

6) L’ennesimo attacco israeliano su Gaza ha provocato più di 2000 morti e migliaia di feriti, qual’è la vostra posizione politica sull’argomento?

Nulla può giustificare un tale gesto che consideriamo ignobile, ma siamo sicuri che un giorno tutto questo odio verso il popolo palestinese, si riverserà contro Israele.

7) Le elezioni europee hanno visto il successo del FN di Marine Le Pen, cosa pensate del nuovo leader della destra francese?

La vittoria del FN è sempre una buona notizia pero’ bisogna sempre restare vigili e non credere che tutto sia fatto, anzi il più difficile deve ancora venire! Siamo convinti che le regole elettorali sono già predefinite dall’inizio, quindi è necessario restare svegli e non cadere nella trappola del trionfalismo elettorale… ciò che ci fa più paura è che l’attrazione del potere faccia perdere la testa a Marine Le Pen che a volte, ha troppo tendenza ad allontanarsi dai veri principi del FN. Certe dichiarazioni o atteggiamenti da parte sua, fanno riflettere, si vede che esiste una vera e propria volontà di girare le spalle ai vecchi principi del FN, la conquista del potere ci può stare, ma non con l’infamia e il tradimento!

8) Credete sia ancora valido il sogno di una Terza Posizione nel futuro del nostro continente?

Oggi più che mai! Come ha detto bene ADINOLFI, stiamo assistendo ad una nuova YALTA che minaccia l’Europa rendendola sempre più sottomessa ai giochi di potere. Difendere la TERZA POSIZIONE è fondamentale per la nostra sopravvivenza, non abbiamo scelta, è una questione di vita o di morte per la nostra civilizzazione europea e per i nostri popoli.

Ringraziamo i nostri fratelli del MAS per aver accettato di rispondere alle nostre domande e con la sicurezza di poter continuare a lavorare insieme per realizzare i nostri sogni, vi auguriamo un anno di lotte e vittorie!

Grazie a voi, siamo fieri di avervi come camerati di lotta, lunga vita a ZENIT… fino alla vittoria!

Source: Zenit

Les commentaires sont fermés.